Come si organizza uno Shooting Fotografico Professionale

36ff3c14-0fef-4963-85be-bea8500b8a46_IMG

Ormai è alla portata di tutti fotografare con lo smartphone e pubblicare sui social network ogni immagine che ci rappresenta, ogni luogo che visitiamo, ogni cibo che mangiamo e ogni persona che amiamo!

Un nuovo modo di comunicare con il mondo intero.

Tutti vogliamo essere al centro dell’attenzione almeno sul nostro profilo e la selfie-mania dilaga!

Quando, invece parliamo di shooting fotografico bisogna introdurre il concetto di “fashion world” e di pubblicità.

Lo shooting è un servizio fotografico dove si realizzano delle foto originali in un determinata location.

L’obiettivo è quello di promuovere, pubblicizzare, presentare al pubblico “fashion” le novità nell’ambito della moda in senso generale, dai gioielli, agli accessori, agli abiti, al makeup, all’hairstyle.

Un vero shooting professionale prevede alcuni step indispensabili, pertanto se vogliamo riuscire nell’impresa dobbiamo:

  • Avere chiaro il concept ovvero l’idea che genera il progetto e quello che vogliamo comunicare.
  • Solitamente tutto parte dal cliente che vuole promuovere e che verrà affiancato da un art director* , il quale seguirà tutta l’organizzazione ( può essere anche lo stesso fotografo o il consulente immagine)
  • Scegliere il fotografo professionista* con il quale si ha affinità intellettuali, perché alla base di tutto ci deve essere sintonia e corretta comunicazione.
  • Organizzare il  briefing (riunione) che si conclude con la stesura del brief* per riepilogare e programmare lo shooting (Cosa voglio comunicare con queste foto? A chi si rivolge? On line o rivista cartacea?…..)
  • Scegliere il mood (lo stile) e la storia che vogliamo raccontare attraverso gli scatti.
  • Individuare le possibili location disponibili e le più adatte al tema che voglio utilizzare.
  • Casting modelle/i  per scegliere chi può comunicare al meglio il nostro messaggio. Prendiamo seriamente questo step. La persona o le persone scelte saranno la nostra immagine  e rappresenteranno il nostro “marchio”. Solitamente è preferibile che i modelli non siano alla prima esperienza.
  • Cercare due figure professionali : il make-up artist* che si occuperà del trucco e l’ *hairstylist che si occuperà dei capelli. Due esperti nel settore che sappiano interpretare la richiesta del cliente con competenza e stile.
  • Un altra figura professionale importante è lo stylist* che ha il ruolo di scegliere gli outfit e creare gli abbinamenti adatti al concept.
  • Si comunica la data e l’orario d’inizio del servizio fotografico assieme al programma per ogni professionista.
  • Il budget lo lasciamo come ultimo punto,pur sapendo che è una delle varianti che determina l’andamento dell’intero shoot. E’ ovvio, o meglio , dovrebbe essere ovvio che dal momento in cui ci contattano come professionisti tutti dovremmo ricevere la nostra giusta ricompensa. Se invece siamo noi i commissionari del progetto, è necessario formulare un  piccolo business plan per riuscire ad organizzare al meglio l’ipotetica spesa, senza sorprese!

Il costo di un servizio fotografico è sicuramente variabile, sta di fatto che per avere degli ottimi risultati è indispensabile affidarsi a persone che hanno competenze nei vari settori, che sanno qual è il loro ruolo, che rispettano quello degli altri e che abbiano un linguaggio comune e affine. Più c’è intesa e coesione tra equipe più i risultati saranno entusiasmanti, non solo per noi !

Ogni servizio fotografico a un suo taglio unico e irripetibile perché è la magica fusione tra tante menti e anime!

Dizionario:
*Art Director: direttore artistico è una figura professionale tipica della comunicazione pubblicitaria, che si occupa di studiare la parte visuale, grafica e tipografica della comunicazione di un prodotto o servizio.
* Professionista :Chi esercita una professione intellettuale o liberale come attività economica primaria. Chi esercita una professione liberale in modo indipendente, senza rapporto di subordinazione nei confronti dello stato o di un datore di lavoro.
* Brief : inteso come documento riepilogativo programmatico dove vengono elencate tutte le modalità per realizzare lo shooting considerando anche il budget scelto.
*Il truccatore o make-up artist, è un libero professionista che opera nel mondo della bellezza, della moda e dello spettacolo, avvalendosi di conoscenze tecniche, pratiche (e artistiche),ma anche nel campo della vendita cosmetica.
*Hairstylist : Dall’inglese hair, capelli, e stylist, stilista, indica la persona che si occupa di dare forma ai capelli. Non si tratta di un semplice parrucchiere, ma di un artista del taglio e dell’acconciatura.
*Lo stylist è un’importante figura professionale nel mondo della moda, non molti sanno di cosa si occupa: molte cose, tra cui scegliere i vestiti e gli accessori dei servizi fotografici, abbinarli nelle sfilate o vestire i personaggi famosi nelle occasioni pubbliche. In molti pensano che sia sinonimo di stilista, ma quello dello stylist è un lavoro molto diverso: non crea gli abiti ma li mette assieme per presentarli al pubblico e ai potenziali clienti.

Per info su servizi di shooting fotografici,compila il modulo sottostante e sarai contattata entro 24 ore!

Fonti on line: http://www.lettera43.it   http://www.telodico.org  www.emmemedia.com

2 risposte a "Come si organizza uno Shooting Fotografico Professionale"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...